Masseria-Torre di San Pietro in Tripani

Accolta la proposta di interesse culturale per alcuni edifici Arssa in provincia di Crotone

La recente comunicazione ufficiale della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Cosenza, che ha accolto la proposta di Italia Nostra e del Gruppo Archeologico Krotoniate  per il riconoscimento di interesse culturale per alcuni immobili storici di proprietà ARSSA, rappresenta una bella pagina per la città di Crotone* ed il suo territorio provinciale.

La Soprintendenza ha inoltre ringraziato l’ Associazione “per l’attenta e vigile azione di salvaguardia del Patrimonio culturale”, riconoscendo un ruolo significativo alle numerose iniziative di sensibilizzazione e di salvaguardia promosse da lunghi anni nel territorio.

Per una volta, le ragioni della tutela hanno vinto sull’incuria e l’abbandono di un patrimonio culturale di grande interesse storico-artistico-paesaggistico.

Ricordiamo i Beni dichiarati meritevoli di interesse culturale ai sensi del comma 2 dell’art. 12 del D.L.vo  N.42/2004:

  • Villa Margherita, località S.Anna nel Bosco ed il Parco (agro di Cutro)
  • Masseria-Torre di San Pietro in Tripani, -Il Concio (ex fabbrica di liquirizia Barracco)
  • Chiesa di San Pietro Apostolo in Tripani (Agro di Isola Capo Rizzuto)
  • Casale Soriano Lucifero di Apriglianello (agro di Crotone)
  • Azienda Agricola di Polligrone (agro di Belvedere Spinello)

Auspichiamo che il decreto (dopo l’istruttoria della Soprintendenza BAP CS-CZ-KR) venga firmato dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Calabria nel rispetto dei tempi di legge, cioè entro 120 giorni dalla comunicazione formale di inizio del procedimento all’ARSSA.

Il Crotonese del 14-04-2013 pag.14