copertina libro generica
Scheda Bibliografica

Scheda Bibliografica (BDG-Biblioteca Digitale del GAK)

Titolo Archeologia urbana e moneta: il caso di Crotone, in Kroton e il suo territorio tra VI e V secolo a.C. Aggiornamenti e nuove ricerche
Autore(i)
Data rilascio 2005
Contenitore, Titolo Crotone e il suo Territorio Tra VI e V sec. a.C. Atti del convegno di studi Crotone 3-5 marzo 2000
Riferimenti p. 91-142.
Tipo Atto di convegno
Classificazioni Biblioteca GAK
Categorie [Crotone],  [Kroton, Monetazione], 
Visualizza o scarica

Sono proposte una o più fonti di consultazione della pubblicazione. Un click sul bottone aprirà il documento in una nuova finestra

Sito Web   Biblioteca Digitale Krotoniate del GAK  
Ricerche correlate nel web
Altre Informazioni Biblioteca GAK
ID Archivio: 6212
Data inserimento: 19-03-2020 00:56
Data ultima revisione 19-03-2020 01:01
Permalink: https://www.gruppoarcheologicokr.it/biblioteca/e-arslan-archeologia-urbana-e-moneta-il-caso-di-crotone-2005/

L’analisi, presentata, in termini preliminari, è relativa la ricerca che da anni è stata affidata dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Calabria sulla moneta di scavo a Crotone.
L’analisi, che in questa sede viene sviluppata limitatamente alle fasi più antiche, con solo qualche cenno finale agli sviluppi successivi, da Augusto all’età moderna, ha preso in considerazione la moneta (di ogni epoca) ritrovata negli interventi degli ultimi anni nei siti crotoniati che hanno visto moderna attività edilizia.

Le aree esplorate e che hanno restituito moneta di ritrovamento isolato – di norma affrontate con interventi di emergenza – sono periferiche rispetto al nucleo centrale cui si ridusse la città in età romana, sul quale insiste l’attuale centro storico e che finora è stato rispettato dal rinnovamento edilizio. Tali aree hanno avuto generalmente un insediamento urbano solo in età greca, passando talvolta ad un utilizzo come necropoli in età romana imperiale (dopo forse una fase di abbandono), per poi venire in parte rioccupare in termini edilizi solo nella tarda antichità.

Sono stati registrati episodici fenomeni di occupazione edilizia medievale, con materiali che sono rimasti però marginali nell’analisi di oggi. Alcuni siti sono pertinenti al territorio suburbano, il più vicino alla città (Vignanova) .