Scheda Bibliografica

Scheda Bibliografica (BDG-Biblioteca Digitale del GAK)

TitoloCotrone: Antichità greche di Cotrone, del Lacinio e di alcuni altri siti del Brezio
Autore(i)
Data rilascio1897
Contenitore, TitoloAtti della R. Accademia dei Lincei. Memorie della Classe di scienze morali, storiche e filologiche
RiferimentiSerie 5, Annata 294, Volume 5, p. 343-360
TipoLibro
Classificazioni Biblioteca GAK
Visualizza o scarica

Sono proposte una o più fonti di consultazione della pubblicazione. Un click sul bottone aprirà il documento in una nuova finestra

Biblioteca Nazionale Braidense   Biblioteca Digitale Krotoniate del GAK  
Ricerche correlate nel web
Altre Informazioni Biblioteca GAK
ID Archivio: 6660
Data inserimento: 04-04-2020 01:27
Data ultima revisione 17-04-2020 03:26
Permalink: https://www.gruppoarcheologicokr.it/biblioteca/friedrich-von-duhn-antichita-greche-di-cotrone-del-lacinio-e-di-alcuni-altri-siti-del-brezio-1897/

I primi scavi regolari nell’area del santuario di Hera Lacinia a Crotone si ebbero tra il dicembre del 1887 e il gennaio del 1888 ad opera di due americani Clarke e Emerson, per conto dell’American Institute of Archeology. Ma una vertenza sulla legittimità delle autorizzazioni in loro possesso provocò l’improvvisa sospensione dello scavo ed il reinterro dei sondaggi e dei reperti, tra cui una testa e vari frammenti di marmo.

Friedrich von Duhn
Friedrich von Duhn
Fonte: Wikipedia

Ritrovamenti occasionali, facenti parte di collezioni private locali, oggi confluiti nel Museo di Crotone, furono pubblicati nel 1897 dallo studioso tedesco Friedrich Von Duhn (1), il quale riportava la notizia che gli archeologi americani avessero occultato gli oggetti trovati in una non precisabile cava di pietra. A tutt’oggi quest’informazione non è mai stata comprovata. 

Von Duhn fece domanda al governo italiano di potere eseguire degli scavi, ma la richiesta non venne accolta perchè vi si sarebbe opposto Paolo Orsi, che era giunto da poco in Calabria per gestire la Soprintendenza, scavi che poi egli iniziò nel 1910 (2).

Il documento qui pubblicato fa un resoconto di cosa il Von Duhn ha visto non solo al tempio di Hera, ma anche nella polis e nella chora.

Per la consultazione sono segnalati due punti di accesso:

  • il testo originale presso la L’Emeroteca Digitale della Biblioteca Nazionale Braidense, che però è di difficile consultazione in quanto pubblicato in un formato elettonico poco diffuso, per il quale occorre installare un apposito programma;
  • una versione convertita in un ordinario formato pdf, e disponibile sulla Biblioteca Digitale del GAK.

Antefissa in terracotta che reppresenta una Gorgone trovata in loc. Botteghelle di Crotone. Foto da Friedrich Duhn – Antichità greche di Cotrone, del Lacinio e di alcuni altri siti del Brezio (1897)

Note

  1. Friedrich von Duhn (Lubecca, 17 aprile 1851 – Heidelberg, 5 febbraio 1930 è stato un archeologo tedesco.[]
  2. Rif. Ricerche nel santuario di Hera Lacinia a Capo Colonna di Crotone: Risultati e prospettive – Gangemi Editore spa, p. 14-15[]