Scheda Bibliografica

Scheda Bibliografica (BDG-Biblioteca Digitale del GAK)

TitoloMare e non più mare. Le nuove fortificazioni di Cotrone al tempo di Carlo V e il sacrificio della portualità tradizionale.
Autore(i)
Data rilascio2016
Contenitore, TitoloInternational Conference on Modern Age fortifications of the Mediterranean coast – FORTMED 2016 Firenze, Dipartimento di Architettura, 10th-12th November – www.fortmed.eu
TipoAtto di convegno
Classificazioni Biblioteca GAK
Visualizza o scarica

Sono proposte una o più fonti di consultazione della pubblicazione. Un click sul bottone aprirà il documento in una nuova finestra

Academia.edu   Biblioteca Digitale Krotoniate del GAK  
Ricerche correlate nel web
Altre Informazioni Biblioteca GAK
ID Archivio: 5924
Data inserimento: 06-03-2020 10:32
Data ultima revisione 25-04-2020 02:42
Permalink: https://www.gruppoarcheologicokr.it/biblioteca/margherita-corrado-mare-e-non-piu-mare-le-nuove-fortificazioni-di-cotrone-al-tempo-di-carlo-v-2016/

Nel 1541, a Cotrone apre un grande cantiere pubblico, destinato a persistere per circa 60 anni. La sua intenzione era quella di costruire un nuovo impressionante muro urbano e nel frattempo l’ammodernamento della fortezza medievale che dominava Crotone e intitolata a Carlo V.

La ricerca storica ha ignorato che due bastioni delle mura si eressero sul lato settentrionale, in una posizione per creare banchine fin dall’età romana e costruito in modo da distruggere la convessità delle piccole baie naturali. Questo cantiere ha sprecato l’eccezionale patrimonio infrastrutturale della città di Pitagora e ha lasciato solo il molo meridionale periferico. Ha provocato un annientamento della disposizione marittima e dei suoi 2000 anni di storia.