copertina libro generica
Scheda Bibliografica

Scheda Bibliografica (BDG-Biblioteca Digitale del GAK)

TitoloLa rete relazionale dei Brettii riflessa nel documento monetale
Autore(i)
Data rilascio1995
Contenitore, TitoloCiviltà, lingua e documentazione storico-archeologica dei Brettii. Atti Convegno Rossano 1992 (a cura di G.De Sensi Sestito)
Riferimentip. 151-181
Casa editriceRubbettino
TipoAtto di convegno
Classificazioni Biblioteca GAK
Categorie[Brettii, monetazione], 
Visualizza o scarica

Sono proposte una o più fonti di consultazione della pubblicazione. Un click sul bottone aprirà il documento in una nuova finestra

Academia.edu   Biblioteca Digitale Krotoniate del GAK  
Ricerche correlate nel web
Altre Informazioni Biblioteca GAK
ID Archivio: 6310
Data inserimento: 22-03-2020 22:44
Data ultima revisione 22-03-2020 22:45
Permalink: https://www.gruppoarcheologicokr.it/biblioteca/maria-caltabiano-la-rete-relazionale-dei-brettii-riflessa-nel-documento-monetale-1995/

La maggior parte degli studi sulla monetazione brettia da quelli dello Pfeiler, del Robinson, del Thomsen, del Marchetti, a quelli più recenti di E. Arslan risultano in parte condizionati da una visione economico-monetaria romano-centrica, che ha finito col ricondurre all’influenza della monetazione romana buona parte delle scelte metrologiche operate dai Brettii. Il nostro tentativo di lettura mira ad individuare, attraverso l’analisi delle tipologie, degli schemi iconografici e dei valori ponderali adottati, le aree geografiche su cui ricade l’attenzione dei Brettii, al fine di fare emergere la complessità e l’articolazione dei loro interessi, caratterizzati da una facies che non è interamente ìtalìca od occidentale, ma che per l’ampiezza dell’area ricoperta potremmo meglio definire come “mediterranea”.

Cercheremo inoltre di mettere in rilievo, considerando l’originalità di certe scelte tìpologiche, nonché l’alto livello stilistico e la qualità artistica della loro monetazione, che se è vero che i Brettii hanno recepito numerose influenze dai centri politicamente ed economicamente più importanti dell’età ellenistica, è altrettanto vero che, a loro volta, sono stati in grado di influenzare le scelte monetali di altre zecche, esportando nell’Italia Meridionale varie tipologie ed inflpenzando le opzioni stesse di Roma.