copertina libro generica
Scheda Bibliografica

Scheda Bibliografica (BDG-Biblioteca Digitale del GAK)

TitoloIl Pentalogo di Pitagora [I cinque principi dell’etica pitagorica per la vita felice e il mondo in pace]
Autore(i)
Data rilascio2019
TipoLibro
Classificazioni Biblioteca GAK
Visualizza o scarica

Sono proposte una o più fonti di consultazione della pubblicazione. Un click sul bottone aprirà il documento in una nuova finestra

Archivio privato dell'Autore   Academia.edu   Amazon (Acquisto)  
Ricerche correlate nel web
Altre Informazioni Biblioteca GAK
ID Archivio: 5483
Data inserimento: 01-02-2020 03:03
Data ultima revisione 01-02-2020 03:11
Permalink: https://www.gruppoarcheologicokr.it/biblioteca/salvatore-mongiardo-il-pentalogo-di-pitagora-2019/

ESTRATTO DALLA PRESENTAZIONE DEL LIBRO presso
Reggio Calabria – Palazzo Campanella 21 settembre 2019
Incontro organizzato da: Accademia Progetto Uomo e Accademia Tiberina

Pitagora aveva scoperto, non creato l’etica italica, quella che era praticata dagli Itali, i quali abitavano le nostre terre già millenni prima della colonizzazione greca. Pitagora conobbe quel modo di vivere quando ragazzino, intorno al 580 a. C., venne a Crotone di Italia col padre Mnemarco, produttore di sigilli per anelli che vendeva nelle ricche polis joniche. Pitagora, poi, girò cinquant’anni per il mondo dall’Egitto alla Mesopotamia e, alla fine, nel 532 a. C., volle tornare in Italia, perché aveva compreso che il modo di vivere degli Itali rispettava le leggi di natura.

I cinque principi etici, ai quali io ho dato il nome di Pentalogo, sono: libertà, amicizia, comunità di vita e di beni, dignità della donna e vegetarismo.

Pitagora era un matematico e capì che quei principi etici sono immutabili ed eterni, proprio come le regole della matematica. La sua Scuola rappresentò così una formidabile sfida al potere maschilista e guerriero delle polis greco-italiote, che insorsero contro di lui, uccisero e dispersero i suoi allievi, alcuni dei quali si rifugiarono nelle montagne dell’Aspromonte attorno a Reggio. Sembrava la fine del pitagorismo, e invece era solo l’inizio. Quella dispersione diffuse la dottrina pitagorica in tutto l’impero di Roma e arrivò a Cristo tramite i circoli pitagorici di Ebrei, quali i Terapeuti di Alessandria d’Egitto e gli Esseni di Israele.

Il libro Il Pentalogo, dono perpetuo all’umanità, è uno strumento di precisione che spiega il passato, decifra il presente e indirizza il futuro verso la felicità. La felicità è il desiderio di tutti in tutti i tempi. Tutti ne sentiamo il bisogno, ma poi tutti abbiamo idee diverse su come raggiungerla: se con i soldi o con la gloria o col sesso o con la mortificazione e le preghiere. Oggi noi proclamiamo che la felicità si raggiunge con l’osservanza di quei cinque principi. .

Salvatore Mongiardo

Visualizzazioni: 3