Il relitto di Capo Bianco è stato individuato e segnalato agli organi di tutela dal subacqueo crotonese Luigi Cantafora nel 1991. Nello stesso anno, a seguito della scoperta, la Soprintendenza Archeologica per la Calabria, affidò alla Cooperativa Aquarius di Milano, guidata dalla dott.ssa Alice Freschi, alcune indagini preliminari. Le evidenze archeologicheLeggi tutto

Durante un’indagine subacquea vicino Crotone nel 2005 sono state individuate strutture di due aree portuali, probabilmente risalenti al periodo arcaico greco e romano. Entrambi i porti sono vicini ai resti architettonici greci e romani di Capo Colonna, nonché ai depositi sottomarini di grandi blocchi di pietra e altri siti precedentementeLeggi tutto