Masseria-Torre di San Pietro in Tripani

La recente comunicazione ufficiale della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Cosenza, che ha accolto la proposta di Italia Nostra e del Gruppo Archeologico Krotoniate  per il riconoscimento di interesse culturale per alcuni immobili storici di proprietà ARSSA, rappresenta una bella pagina per la città di Crotone* edLeggi tutto

SommarioPresentazione di Sergio Iritale, pag. 5Introduzione di Pier Giovanni Guzzo, 7 KROTONIl golfo di Taranto e il golfo di Squillace , 11Il nome Crotone, 13Eracle appare in sogno a Miscello, 15Eracle, Crotone, le donne e il vino, 18Apollo: l’oracolo della fondazione, 19Miscello ed Archia: un duplice destino, 22Le prime muraLeggi tutto

Gli insediamenti del territorio crotonese inquadrabili nella prima età del ferro sono oltre quaranta e tra questi ben trenta sono i siti di nuova attivazione. Unici abitati, sicuramente già attivati nell’età del Bronzo finale, che proseguono la loro vita nel corso della prima età del ferro sono quelli di Kroton/Crotone,Leggi tutto

Durante un’indagine subacquea vicino Crotone nel 2005 sono state individuate strutture di due aree portuali, probabilmente risalenti al periodo arcaico greco e romano. Entrambi i porti sono vicini ai resti architettonici greci e romani di Capo Colonna, nonché ai depositi sottomarini di grandi blocchi di pietra e altri siti precedentementeLeggi tutto

Introduzione La mappa di Piri Re’is [/wikipopup] è un documento cartografico realizzato dall’ammiraglio turco Piri Reìs il 7 aprile 1513. Il   (it. Libro della marina) è un portolano del Mediterraneo redatto nel secondo decennio del XVI secolo dall’ammiraglio   e completato verso il 1521. Una versione più ricca, composta nel 1525-6 con l’utilizzo di abili amanuensi e miniatori, fu preparataLeggi tutto

Domenico Marino - Cave d'Età Greca nella Chora meridionale di Kroton (1996)

Le cave di Età greca della polis di Kroton sono localizzate nella sua chora meridionale, precisamente lungo l’area costiera da Capocolonne a Le Castella, ove è presente una una panchina di arenarie pleistoceniche, sovrastanti le argille azzurre d’età pliocenica. Sia l’arenaria che l’argilla che se ne estraevano sono state, sinLeggi tutto