Per la consultazione sono segnalate due punti di accesso: il testo originale presso la L’Emeroteca Digitale della Biblioteca Nazionale Braidense, che però è di difficile consultazione in quanto pubblicato in un formato elettonico di difficile consultazione una versione allegerita in un ordinario formato pdf, disponibile sulla Biblioteca Digitale del GAK.

Strongoli è un comune italiano di 6.435 abitanti della provincia di Crotone in Calabria. Una certa tradizione storica vuole che il toponimo derivi dal greco-bizantino Στρογγιλος, ossia “rotondo”, poi trasformato in Strongylòn nell’alto medioevo. Costante la presenza umana nel territorio dal Neolitico Medio (rinvenimenti di schegge di ossidiana ed unaLeggi tutto

Mostra-fotografica-“Ritorno-al-passato”-a-Strongoli

90 fotografie riproducenti scavi e ritrovamenti nel territorio crotonese Testo estratto da Il Cirotano Si è conclusa con un successo la mostra fotografica “Ritorno al passato” organizzata dal Gruppo Archeologico Krotoniate con la Pro-Loco di Strongoli. Numerose sono state le visite alla mostra che è stata inaugurata con il classicoLeggi tutto

Testo estratto da il Crotonese Era rimasto per 2500 anni sottoterra prima di iniziare un viaggio lungo quasi trent’anni che, alla fine di varie peripezie, passaggi di mano e curiose modalità di vendita illegale, lo ha riportato lì dove era stato creato. Il viaggio dell’askos, l’unguentario di bronzo del VLeggi tutto

Un viaggio nel passato delle città del Marchesato di Crotone attraverso i disegni e gli schizzi dei viaggiatori che ne hanno attraversato il territorio, prima della grande trasformazione avvenuta nel dopoguerra.

I siti della Crotoniatide inquadrabili nella prima età del Ferro, sono 39. Solamente 4 sono i siti certamente preesistenti alla fase, mentre ben 30 sono i siti di nuova attivazione. Al termine della fase solo 5 siti non mostrano tracce di sopravvivenza, mentre i restanti saranno sostituiti da insediamenti greci.Leggi tutto

Copia digitale dell’articolo pubblicato in FameDiSud.it il 22-07-2015. L’articolo propone una chiave di lettura dei 2 reperti funerari a forma di sirena, quello delle Murgie di Strongoli e quello della chora meridionale di Kroton (in territorio di Cutro, collegandoli alla dottrina pitagorica ed agli usi e credenze funerarie dell’età anticaLeggi tutto

Descrizione del “Libretto” a cura Domenico Lacaria da “Il Crotonese” del 27-04-2010 Un’opera per far conoscere la ricchezza del patrimonio archeologico del crotonese soprattutto ai suoi cittadini, un’opera scritta in modo semplice ed efficace, con splendidi particolari fotografici, per raccontare la storia di due rarissimi reperti realizzati dagli artigiani crotoniatiLeggi tutto