Come immaginavano i Krotoniati il volto della Dea più venerata della polis ? Lo possiamo vedere nella moneta della zecca di Kroton databile al 370 a.C. con– Dritto/ Testa frontale di Era Lacinia– Rovescio/ Leggenda KROTON ed Eracle seduto con coppa nella mano d., con arco e leontè e clavaLeggi tutto

AB URBE CONDITA. lib. XXIV 3. 3-7 Urbs Croto murum in circuitu patentem duodecim milia passum habuit ante Pyrri in Italiam adventum. Post vastitatem eo bello factam vix pars dimidia habitabatur: flumen, quod medio oppido fluxerat, extra frequentia tectis loca praeterfluebat, et arx erat procul eis, quae habitabantur. Sex miliaLeggi tutto

Rif. Testo e foto da pubblicazione di Margherita Corrado Nel 1997, dopo la demolizione del caseggiato sito tra Corso Vittorio Emanuele e Vico Cammariere distrutto da un bombardamento nel 1942, è stato messo in luce l’elevato superstite di un breve tratto della cinta muraria costruita alla metà del sesto secoloLeggi tutto

Kroton Moneta testa di Apollo Laureato, Tripode, circa 360-330 a.C

Testo estratto da Domenico Marino, Margherita Corrado – O Dei Di Kroton! (2009) integrato e corredato di note I bolli impressi su alcune tegole piane fabbricate nelle officine pubbliche di Kroton dall’inizio del V al tramonto del IV secolo a.C. attingono in modo esclusivo, per i primi centocinquant’anni, all’universo iconograficoLeggi tutto