D.Marino_Ricerche Archeologiche Costa Crotone_2018
Scheda Bibliografica

Scheda Bibliografica (BDG-Biblioteca Digitale del GAK)

TitoloNuove tecnologie per la documentazione e lavalorizzazione dei siti archeologici subacquei: ilcaso studio del relitto ‘Punta Scifo D’ (Crotone)
Autore(i)
Data rilascio2018
Contenitore, TitoloIl patrimonio culturale sommerso. Ricerche e prospettive per il futuro dell'archeologia subacquea in Italia, Udine
Riferimentip. 353-364
TipoAtto di convegno
Classificazioni Biblioteca GAK
Categorie [Crotone],  [Fondali Ionici], 
Tag [Punta Scifo],
Visualizza o scarica

Sono proposte una o più fonti di consultazione della pubblicazione. Un click sul bottone aprirà il documento in una nuova finestra

Academia.edu   Biblioteca Digitale Krotoniate del GAK  
Ricerche correlate nel web
Altre Informazioni Biblioteca GAK
ID Archivio: 6427
Data inserimento: 27-03-2020 02:12
Data ultima revisione 16-04-2020 12:40
Permalink: https://www.gruppoarcheologicokr.it/biblioteca/f-bruno-s-medaglia-e-altri-il-caso-studio-del-relitto-punta-scifo-d-crotone-2018/

Già da alcuni anni, tuttavia, nei parchi archeologici sottomarini era stato pensato di allestire percorsi di visita supportati da pannelli esplicativi, opuscoli guida e cartellini plastificati, boe e cime delimitanti sia i punti di immersione, sia l’itinerario predisposto sul fondo, come attestano i casi di Caesarea Marittima, in Israele, Ustica, Baia, Pantelleria e Crotone in Italia, solo per richiamare i più noti. In particolare, per quanto concerne il sito del relitto D di Punta Scifo, che qui ci interessa da vicino, sin dal 2015 sono in funzione due percorsi archeologici subacquei destinati allo snorkeling e all’immersione con ARA (Medaglia 2015).

Storia degli studi e delle ricerche. Il carico lapideo del relitto Punta Scifo D è statoscoperto e segnalato agli organi di tutela dal subac-queo crotonese Luigi Cantafora sul finire del 1986 ….

Articoli e Pubblicazioni correlate

Visualizzazioni: 4